Imparare l'inglese, una ginnastica mentale a qualsiasi età

Secondo i dati di ABA English, 4 italiani su 10 studiano inglese online con più di 45 anni

Viaggiare all’estero, guardare film in versione originale o poter comunicare con familiari stranieri sono alcuni dei motivi che portano i nuovi studenti a imparare la lingua

Milano, 14 aprile 2015 – Non è mai troppo tardi per imparare inglese. Secondo i dati raccolti tra oltre 2,5 milioni di studenti da ABA English, accademia online specializzata nell’insegnamento della lingua inglese con una metodologia basata sui principi del metodo naturale, 4 italiani su 10 che studiano inglese online hanno più di 45 anni.

A differenza di quanto si possa pensare, studiare una lingua straniera online non è una missione impossibile per chi non è più un ragazzino. Può addirittura rappresentare una ricetta per invecchiare in modo sano. Uno studio della College University di Londra è infatti arrivato alla conclusione, dopo aver esaminato 105 pazienti, che imparare una lingua straniera migliora la plasticità del cervello, potenziando la memoria e, di conseguenza, ritardando l’apparizione dell’Alzheimer di circa 4 anni.

Anche se l’età compresa tra i 25 e i 44 anni rappresenta il gruppo più numeroso di studenti d’inglese, è significativa la domanda di coloro che hanno già superato il mezzo secolo. Diversi motivi li spingono a migliorare la propria conoscenza della lingua di Shakespeare. Alcuni cercano di riuscire finalmente a comunicarsi senza problemi quando viaggiano all’estero, mentre altri sognano di poter finalmente vedere un film con la voce originale delle star americane. C’è anche chi vorrebbe solo poter parlare con i propri familiari stranieri senza problemi, come nel caso del dottor Rodrigo Alba, un otorinolaringoiatra in pensione che a 80 anni cerca di raggiungere il suo obiettivo studiando online con l’accademia ABA English:

In questo momento della mia vita ho molto tempo libero e ho deciso di migliorare il mio livello di inglese per poter parlare correttamente con i miei nipoti, che sono americani, e con gli amici dei miei figli, che vedo in numerose occasioni quando vado a trovarli”, dice il dottor Alba.

Altri ancora, come Luis Felipe Rodríguez, di 88 anni, si affidano a metodi di studio divertenti e flessibili per ritornare sui banchi di scuola e soddisfare la propria inquietudine culturale. Così, spiega: “Da otto anni seguo corsi per hobby, da quando cioè sono andato in pensione come professore dell’Università Politecnica di Madrid. Con ABA English sto iniziando il livello Upper Intermediate, dopo aver fatto i tre livelli precedenti, e confesso che non ho mai trovato un corso così ben fatto e divertente.

Per Vladimir Zrelec, studente di 76, non è mai troppo tardi per imparare l’inglese, nonostante alcuni problemi d’udito. Dopo essersi trasferito in Canada, sente il bisogno di migliorare il proprio livello di inglese per integrarsi nel nuovo paese. Per questo, ha trovato il modo di farlo attraverso un metodo di apprendimento che permette di ascoltare, registrare e confrontare i progressi senza che l’udito sia più un ostacolo. “Ora mi piace imparare l’inglese. Meglio tardi che mai!“, Esclama Zrelec.

“Ho bisogno di imparare senza un orario fisso”

I corsi online sono attraenti per gli adulti perché offrono una maggiore flessibilità e permettono di studiare al ritmo desiderato. E’ la soluzione ideale soprattutto per persone che sono spesso in viaggio come Yves Giraudon, che crede che tali corsi siano molto utili per i suoi viaggi internazionali. La flessibilità oraria e l’efficacia del metodo sono le principali ragioni della scelta per molti studenti over 45, come Javier Ramos, che aveva bisogno di “imparare l’inglese senza orari fissi e con un metodo con il quale imparare a pronunciare correttamente e capire conversazioni e testi in inglese, senza sforzo.”

Le piattaforme online cercano di rendere piacevole l’apprendimento delle lingue con metodi divertenti che permettono agli studenti di ripetere le lezioni tutte le volte che lo ritengono opportuno. Ad esempio, con ABA English, attraverso l’uso di contenuti audiovisivi, gli studenti si divertono mettendosi nei panni dei personaggi del cortometraggio. “I film prodotti con persone reali hanno un impatto maggiore sul nostro apprendimento“, ammette l’alunna Gemma Gentile, di 51 anni.

Ogni momento della vita è una buona occasione per studiare l’inglese, uno strumento sempre più necessario per tutti. “Imparare una nuova lingua è qualcosa di utile che può anche essere divertente. L’età non deve essere un ostacolo all’apprendimento e a fare ciò che uno desidera “, dice Maria Perillo, responsabile accademica di Aba English. “Sviluppare competenze legate a Internet e migliorare la capacità di comunicazione in inglese migliora anche l’autonomia personale e le relazioni sociali“, aggiunge Perillo.

> Scarica comunicato