L’inglese indispensabile per sopravvivere alle tue vacanze all’estero

Milano, 27 luglio 2015 – Agosto è alle porte e milioni d’italiani stanno per partire per le vacanze estive, in molti casi verso mete straniere. Ma si sa l’inglese non è proprio il punto forte degli abitanti del Belpaese, per questo, ABA English, accademia online con oltre 4 milioni di alunni specializzata nell’insegnamento della lingua inglese con una metodologia basata sui principi del metodo naturale, ha creato un glossario di frasi indispensabili per delle vacanze all’estero senza stress.

1.  Ritardi in aeroporto, don’t panic

Se si sceglie di partire in aereo, è necessario conoscere alcuni termini basilari come “flight” (volo), “departure” (partenza), “take off” (decollo), “land” (atterraggio), “arrivals” (arrivi), “baggage reclaim” (ritiro bagagli), “passport control” (controllo passaporto) o “boarding card” (carta d’imbarco).

In caso di problemi con il volo, sarà utile sapersi destreggiare tra un gate e l’altro con l’aiuto di queste frasi.

  • Where is the check-in desk for the flight to xxx? (Dov’è il check-in per il volo per xxx?)
  • Which gate is the flight to xxx leaving from? (Da quale porta d’imbraco parte il volo per xxx?)
  • What time will I be boarding? (A che ora è il mio imbraco?)
  • Is the plane delayed? (Il volo è in ritardo?)
  • My flight has been cancelled. What can I do? (Il mio volo è stato cancellato. Cosa posso fare?)

 2. Help

Se il nostro livello di inglese non è dei migliori, o semplicemente non ci sentiamo troppo sicuri a parlare con dei nativi, è meglio memorizzare una serie di espressioni che possono aiutarci nei momenti di maggiore difficoltà.

  • Could you speak slower? (Potrebbe parlare più lentamente)
  • Could you please repeat that? (Potrebbe ripetere, per favore)
  • I would like to report a theft (Vorrei denunciare un furto)
  • Where is the nearest hospital? (Dov’è l’ospedale più vicino?)
  • Where is the police station? (Dov’è la stazione della polizia?)

 3. In albergo

Una delle preoccupazioni maggiori quando siamo all’estero riguarda il luogo in cui abbiamo deciso di passare la notte. Una volta arrivati in albergo, potrebbe essere utile ricordarsi le seguenti frasi.

  • Do you have any rooms available? (Avete stanze disponibili?)
  • Do you have a quiet room? (E’ disponibile una stanza silenziosa?)
  • Is breakfast included? (La colazione è inclusa?)
  • Can you wake me at 8 o’clock? (Mi può svegliare alle 8?)
  • I want to check out (Vorrei fare il check out)

 4. Al ristorante

Non si può visitare un paese senza assaggiare la cultura culinaria del posto. Per non dover rinunciare alla pietanza desiderata per colpa del nostro inglese, sarà meglio tenere a mente queste frasi

  •  A table for two, please (Un tavolo per due persone, grazie)
  • Can I look at the menu, please? (E’ possibile vedere il menu, grazie?)
  • Is there a local speciality? (Qual è la specialità della casa?)
  • May I have a glass of water? (Posso avere un bicchiere d’acqua)
  • The check, please (Il conto, per favore)

 5. Shopping

Una delle maggiori attrazioni in una città straniera è quello di passeggiare per le sue strade e, ovviamente, fare shopping. In questo caso sarà utile saper chiedere il prezzo o la taglia del vestito scelto

  •  How much is that/How much is it? (Quanto costa)
  • Can I pay by credit card? (E’ possibile pagare con la carta di credito?)
  • I am just looking, thanks (Do solo un’occhiata)
  • Can I try it on, please? (Posso provarlo?)
  • Have you got this t-shirt in a different size? (Ha questa maglietta in un’altra taglia?)

 Forse non è facile per gli italiani imparare l’inglese o un’altra lingua straniera, ma grazie ad accademie come ABA English, con il suo metodo intuitivo di apprendimento, lo studio diventa più facile e divertente e imparare inglese non è più una missione impossibile.

 > Scarica Comunicato